COSA DEVE FARE OPERATIVAMENTE UN INVESTITORE?
• Muza predispone il contratto preliminare standard dove vengono definiti l’unità immobiliare e la forma di pagamento;
• Per firmare il preliminare di acquisto di un immobile in brasile non serve nessun documento specifico che non sia già in possesso dell´investitore;
• Il compratore dovrà trasferire il denaro da un proprio c/c in Italia o area euro ad un conto corrente brasiliano instestato a muza construtora;
• La sicurezza dell´acquisto è data sia dalla procedura giuridica che impone per le vendite su carta il deposito del permesso di costruire, del progetto immobiliare e del capitolato presso il registro immobiliare (reato penale non farlo) sia dal controllo mensile degli ingegneri della banca essendo progetti sviluppati in collaborazione con la caixa economica federal (che per finanziare gli acquirenti degli immobile vuole avere la certezza che tutto sia fatto a regola d’arte e rispettando il cronogramma);
• Qualora l’investitore voglia intestarsi l’immobile prima di rivenderlo, dovrà pagare l’imposta di registro (itbi 2%) e dovrà essere munito di cpf (codice fiscale) brasiliano;
• Il cpf può essere ottenuto in pochi minuti presso la receita federal (l’equivalente dell´agenzia entrate);
• Il cpf può essere ottenuto anche rimanendo in Italia dando procura ad una persona residente in Brasile (Muza può se necessario offrire questo tipo di servizio);
• La rivendita dell´immobile potrà essere realizzata in proprio (senza commissione) o tramite agenti immobiliari brasiliani, gli stessi che vendono le unità immobiliari di Muza Construtora (oltre 250 all’anno, commissione 5%);
• Muza Construtora offrirà tutta la consulenza fiscale e finanziaria necessaria per agevolare la rivendita delle unità, pagare le eventuali imposte sulla plusvalenza e rimpatriare in italia i denari dell’investimento.